Menu:

 
Picture
Si è svolta ieri, domenica 24 gennaio, la presentazione del fumetto “STAR TRASH, sacchetti in mondovisione” di Simona Bassano di Tufillo (in arte Sbadituf). Un fumetto satirico che vuole portare agli occhi di tutti la realtà dei fatti sulla questione rifiuti: dalla disinformazione legata all’inutilità e al danno degli inceneritori, all’intreccio tra istituzioni e mafie che ha caratterizzato “l’emergenza rifiuti” nelle mani del super boss padreditutteleemergenze Guido Bertolaso.

Si è iniziato con un intervento della cooperativa sociale altro sud, che ha denunciato l’insensato boicottaggio di cui sono vittime nel progetto sullo smaltimento RAEE.

Subito dopo Vincenzo Cenname, sindaco di Camigliano, ha raccontato la sua esperienza di amministratore fuori dai ranghi, che lo hanno portato a ricevere il premio di “comune virtuoso in ambito ambientale”.

A seguire Marco Palasciano, che con la lettura del suo saggio “I boschi ombrosi e l’arte dell’oblio” ha raccontato con sarcasmo la travagliata storia di lotte per soluzioni ecocompatibili che da Capua ha portato a Chiaiano.

Infine si è giunti agli interventi dell’autrice Simona Bassano di Tufillo e di Marianna Sansone, curatrice EcoNote.it, che hanno esposto la loro idea su come raccontare il problema e di come le soluzioni proposte finora siano risultate sempre fallimentari.

Ecco perché è necessario già da ora denunciare lo stato delle cose. Denunciare che gli inceneritori non sono “LA SOLUZIONE” dato che il sistema di filtraggio, che dovrebbe ridurre il loro impatto ambientale, lascia nell’atmosfera tonnellate di ceneri e diossine tossiche; denunciare che basterebbe ridurre la produzione di rifiuti scegliendo di non acquistare prodotti con confezioni monouso.

BISOGNA DENUNCIARE, esattamente come Simona, Marianna, Marco, Vincenzo e AltroSud hanno scelto di fare.

Piccola Libreria80mq
 


Comments




Leave a Reply